BycShop Blog

Conosci la differenza tra caffè artigianale e caffè industriale?
Curiosità

Da uno studio dell’Osservatorio Social Monitoring di Nomisma il 95% degli adulti in Italia beve abitualmente caffè.

Quanti però sanno distinguere la differenza tra un caffè torrefatto a legna come si faceva una volta, da uno industriale?

Per entrambi bisogna seguire alcuni processi fondamentali che passano dalla scelta delle materie prime, la macinatura, la composizione delle miscele e il confezionamento.

Esistono al mondo più di 75 varietà diverse di piante di caffè, ma le più coltivate e impiegate nelle miscele sono principalmente due: l’Arabica, originaria dell’Etiopia ma coltivata soprattutto in America Latina, e la Robusta, scoperta in Congo e oggi coltivata in Brasile, Africa e Sud-Est Asiatico.
Ciò che differenzia noi artigiani della Rhodigium Caffè di Rovigo dall’industria, è che selezioniamo e acquistiamo una materia prima di qualità elevata, che ci permetta di confezionare la migliore bevanda possibile. Per l’industria al contrario è essenziale ottenere grosse quantità di chicchi per la produzione su larga scala.

Noi di Rhodigium Caffè Rovigo poniamo attenzione alle condizioni delle piantagioni di caffè da cui ci riforniamo, valutando metodi di coltivazione, raccolto e spedizione: da esperti sappiamo bene che la tipologia di terreno, l’umidità, ecc., possono influire sulla qualità dei semi.
L’industria del caffè ha bisogno di grosse quantità di prodotto e si assicurano solo di avere la varietà richiesta, andando quindi a mescolare chicchi di caffè provenienti un po’ da tutto il mondo.

La differenza sta anche nella lavorazione
Forse è il passaggio che distingue maggiormente la torrefazione artigianale da quella industriale.
In industria si punta a trasformare grandi quantità di prodotto nel minor tempo possibile, mentre in una bottega artigianale, come Rhodigium Caffè Rovigo, si lavora il caffè in modo che non si perdano aromi e proprietà, motivo per cui la lavorazione risulta più curata e di conseguenza più lenta. Questa lavorazione, che noi facciamo con forno a legna, trasforma i grani dal loro verde iniziale al classico bruno che tutti noi conosciamo, sprigionandone gli aromi. 

La torrefazione industriale utilizza il metodo a letto fluido che consiste nel tostare i chicchi tramite getti d’aria calda a elevate temperature (tra i 300° e i 400°) per pochi minuti, lasciandoli in sospensione nella camera di tostatura.
Il metodo artigianale a legna di Rhodigium Caffè Rovigo a tamburo rotante, invece, prevede l’utilizzo di un tamburo metallico dotato di alette che mescolano continuamente i grani, man mano che li si porta tra i 190° e i 210° gradi, temperatura a cui poi restano per 25-30 minuti. È una procedura che viene applicata a ogni singola tipologia di caffè, poiché ogni tipologia di chicco richiede una sua tostatura specifica.
Quest’ultimo metodo garantisce una tostatura uniforme e di qualità, mentre con il primo c’è sempre il rischio che la torrefazione sia solo superficiale e non omogenea, anche perché qui i controlli sono fatti meccanicamente, a differenza delle costanti verifiche manuali che avvengono nelle torrefazioni artigianali e che permettono di aggiustare subito il tiro in caso di complicazioni.

Anche il processo di raffreddamento, determinante per preservare il prodotto dall’umidità ed esaltarne l’aroma naturale, è diverso. Nell’industria il caffè appena tostato viene raffreddato con potenti getti d’aria e di acqua fredda vaporizzata; da noi di Rhodigium Caffè Rovigo invece, lo si fa raffreddare naturalmente, rigirandolo continuamente per favorirne l’evaporazione dell’aria calda, che viene man mano aspirata.

Caffè artigianale per un gusto originale, provare per credere
È inevitabile quindi che tutti questi processi influiscano sul prodotto finale. 
Come detto, lo scopo primario di noi artigiani della torrefazione, è di offrire ai propri clienti un caffè di elevata qualità che abbia il miglior sapore possibile. Tutto è dunque improntato a questa costante ricerca di perfezione qualitativa, motivo per cui si presta molta attenzione a equilibrare correttamente le miscele, che possono essere classiche o nuove sperimentazioni.

Non vogliamo dire che tutto il caffè industriale sia di pessima qualità. Molto dipende anche dai gusti personali di chi lo beve. Tuttavia, buona parte dei consumatori di caffè non conosce altro che il caffè della grande distribuzione, ignara del fatto che ciò che bevono tutti i giorni potrebbe avere un gusto diverso e, perché no, addirittura migliore.

Ma fintanto che non si prova, non lo si potrà mai sapere, no? Vieni a trovarci in negozio a Rovigo oppure visita il nostro sito web www.rhodigiumcaffe.it …. Potrai scoprire un mondo di miscele che neanche pensavi esistesse!